REGOLAMENTO

Art.1) La “Banca del Tempo” è promossa e gestita dalla Cooperativa Sociale Nuova Sair Onlus.

 

Art.2) La “Banca del Tempo” è finalizzata a promuovere lo scambio di attività e di servizi tra persone (come singoli e/o come nuclei familiari), senza alcuna intermediazione di carattere monetario, utilizzando come unità di quantificazione esclusivamente il tempo impiegato.

Tali prestazioni comunque non dovranno e non potranno mai essere configurate, e neppure assimilate, a rapporti di lavoro autonomo e subordinato.

 

Art.3) Gli scambi avvengono sulla base dei bisogni del singolo partecipante aderente alla “ Banca del Tempo”.

L’interessato ad una determinata prestazione può contattare la segreteria della “Banca del Tempo” esprimendo la sua necessità. La segreteria, così, si metterà in contatto con gli offerenti dell’attività richiesta per facilitare lo scambio con il soggetto richiedente.

Chi offre la prestazione, al termine della stessa riceverà un assegno-tempo firmato da chi l’ha richiesta.

Gli assegni-tempo ricevuti dovranno essere consegnati alla segreteria della “Banca del Tempo” che provvederà periodicamente a conteggiare l’estratto conto di ogni aderente.

Non è prevista alcuna transizione in denaro e/o valori nello scambio di prestazioni fra i partecipanti. E’ ammessa la circolazione di denaro unicamente per l’eventuale rimborso, previamente concordato, delle spese realmente sostenute.

Un’ora di tempo impiegato si considererà tale, a prescindere dalla prestazione offerta.

I rapporti di credito e debito del tempo impiegato di ogni singolo partecipante sono attuati unicamente con la “Banca del Tempo” e non direttamente tra gli aderenti.

 

Art.4) L’iscrizione si effettua presso la sede della “Banca del Tempo”, in Via delle Ginestre 3/A, Tivoli (RM). L’iscrizione:

  1.  è totalmente gratuita, non comportando l’esborso di quote di denaro.
  2.  Chi intende iscriversi deve:

–  sottoscrivere il modulo di iscrizione e adesione, il presente regolamento ed il modulo di esonero della responsabilità;

–  rilasciare copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;

–  sottoporsi a colloquio conoscitivo.

L’iscrizione si considererà perfezionata solo dopo l’esito positivo della richiesta di adesione.

Ogni variazione anagrafica o relativa all’offerta/richiesta di attività deve essere tempestivamente comunicata dall’iscritto alla Banca del Tempo.

 

Art.5) Conclusasi la procedura d’iscrizione gli iscritti aderenti verranno informati dei seguenti strumenti operativi in uso dalla “Banca del Tempo”, nello specifico:

  • Elenco delle prestazioni offerte: serve ad individuare il tipo di prestazione di cui si ha bisogno e il riferimento della persona in grado di offrirla;
  • Elenco delle prestazioni richieste: risulta utile per proporre servizi;
  • Libretto degli assegni: questi servono a indicare la natura della prestazione, il tempo impiegato e i partecipanti coinvolti nello scambio; il libretto, previo accordo, potrà anche essere virtuale;

Art.6) L’unità di misura delle prestazioni è unicamente il tempo, calcolato in ore e mezze ore.

Sono esclusi ulteriori frazionamenti. Rimane valida tra i partecipanti la contrattazione per un arrotondamento in eccesso o per difetto.

L’eventuale tempo impiegato negli spostamenti effettuati per erogare la prestazione può essere computato previo accordo fra i partecipanti allo scambio.

Art.7) Gli iscritti alla “Banca del Tempo” sono obbligati a definire, in anticipo rispetto all’inizio dello scambio, tutti i termini di esecuzione dell’attività richiesta/offerta, delle ore che potrebbero essere impiegate e gli eventuali costi (rimborsi spese) che potranno manifestarsi, dichiarando sin d’ora espressamente di lasciare indenne la “Banca del tempo” da qualsivoglia tipologia di disaccordo e/o responsabilità dovesse sorgere durante l’esecuzione dell’attività di scambio.

Con la sottoscrizione del presente regolamento il sottoscritto, soggetto aderente, dichiara espressamente che in merito a tutte le attività che svolgerà e/o che verranno svolte in suo favore da altri soggetti aderenti anch’essi alla cd. “Banca del Tempo” la Cooperativa Sociale Nuova Sair Onlus (nonché qualsiasi suo rappresentante, incaricato, funzionario, dipendente e/o collaboratore) è sollevato, in maniera integrale e nel modo più ampio, da ogni qualsivoglia tipologia di responsabilità scaturente e/o connessa alle attività offerte, e/o ricevute da terzi.

Dichiara sin d’ora, pertanto, di assumersi la piena ed esclusiva responsabilità, sia civile che penale, per tutti i danni fisici o materiali, subiti e/o subendi che dovessero verificarsi durante l’attività svolta, o per danni procurati a terzi, manlevando integralmente la Cooperativa Sociale Nuova Sair Onlus gestore della “Banca del Tempo”, nonché qualsiasi suo rappresentante, incaricato, funzionario, dipendente o collaboratore, da ogni pretesa o richiesta di risarcimento danni da qualsivoglia soggetto o Ente proveniente.

Art.8) Il tetto massimo di debito (ho tolto ore a credito perché qualcuno potrebbe avere piacere di dare ma non essere interessato a prendere ) è stabilito in ore 10. Casi particolari di deroga a tale principio saranno decisi dalla gestione della “Banca del Tempo”.

Art.9) Il fondo ore può essere utilizzato anche per:

  •  supportare l’attività della “Banca del Tempo” nella sua gestione;
  •  aiutare i partecipanti che si trovino in forte debito ed impossibilitati ad effettuare scambi;

Art.10) E’ facoltà della “Banca del Tempo” escludere gli iscritti alla stessa in tutti i casi in cui non rispettino le norme previste dal presente regolamento. La Banca del Tempo si obbliga a comunicare tempestivamente l’esclusione alla persona interessata.

Art.11) Le modifiche al regolamento vengono definite esclusivamente dalla gestione della “Banca del tempo”.